• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Marmolada, valanga sopra il rifugio Fedaia

Rifugio Fedaia in Marmolada
Rifugio Fedaia in Marmolada

ROCCA PIETORE, Belluno — Una valanga si è staccata ieri in Marmolada ed è finita sulla pista da sci sopra il rifugio Fedaia, non distante dalla partenza degli impianti. Gli uomini del Soccorso alpino veneto hanno bonificato nel pomeriggio tutta l’area e fortunatamente nessuna persona è rimasta coinvolta. La causa del distaccamento potrebbe essere da imputarsi al passaggio di alcuni snowboarder.

La valanga aveva un fronte di circa 50 metri e una lunghezza di circa 200 metri. Si è staccata a circa 2.200 metri di quota intorno alle 4.30 del pomeriggio. Scattato l’allarme, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha portato in quota le unità cinofile, mentre altri soccorritori effettuavano la ricerca dal basso.

Sul posto sono intervenuti gli uomini del Soccorso alpino della Stazione Val Pettorina che hanno bonificato la zona per escludere la presenza di persone, rimaste sepolte sotto la neve. Le operazioni si sono concluse in paio d’ore, intorno alle 18. In breve tempo quindi, anche perché le calde temperature e l’alto rischio di nuovi distaccamenti rendevano particolarmente rischiose le attività dei soccorritori.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni, la slavina potrebbe essere stata causata dal passaggio di 4 snowboarder, che sarebbero stati visti mentre tagliavano lo stesso pendio in fuoripista. Il rischio valanghe rimane marcato grado 3 nella zona, a causa dalle straordinarie temperature elevate, con distacchi spontanei sopra i 2 mila metri di quota.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *