• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri, Primo Piano

Pakistan: rincaro permessi di scalata e nuovo vertice Alpine Club

Manzoor Hussain
Manzoor Hussain

ISLAMABAD, Pakistan — Permessi di salita più cari per le montagne pakistane. Chi vorrà scalare in Karakorum il prossimo anno, dovrà adeguarsi al rincaro delle tasse stabilito dal Ministero del Turismo. Il nuovo listino è stato deciso nei giorni scorsi in concomitanza con l’elezione di Manzoor Hussain a nuovo presidente del Pakistan Alpine Club.

Il ministero del Turismo ha definito “inevitabili” i rincari dei permessi di scalata decisi nei giorni scorsi, dopo anni di prezzi bloccati al fine di promuovere il turismo nella zona.

Ecco dunque il nuovo listino: il permesso per il K2 costerà 7.200$ per gruppi di 7 persone (1.200$ in più rispetto a quest’anno), ogni membro aggiuntivo pagherà 1.200$ a testa invece di 1.000$. Per gli altri ottomila pakistani (Broad Peak, Nanga Parbat e i due Gasherbrum) il permesso costerà 5.400 $ invece dei 4.500$ attuali, 900$ il costo per ogni membro aggiuntivo.

Scalare le montagne da 6500 a 7000 metri costerà, sempre per gruppi di 7 persone, 900$. Quelle da 7000 a 7.500 metri costeranno 1,500$ a gruppo e quelle fino a ottomila metri 2,400$. Gli extra per membri aggiuntivi saranno, nell’ordine, di $120, $180 e $300. Condizioni speciali sono in vigore per le montagne più basse: quelle sotto i 6.500 metri, fatta eccezione per lo Spantik.

L’assemblea generale dell’Alpine Club si è tenuta lo scorso 17 ottobre e, oltre a prendere atto degli aumenti dei permessi, ha eletto un nuovo direttivo. Sarà Manzoor Hussain a guidare il club nei prossimi tre anni. L’ex-colonnello dell’esercito, che da tre anni copriva la carica di vicepresidente, è stato eletto all’unanimità e andrà a sostituire Nazir Sabir nell’incarico di presidente. Hussain ha un passato da alpinista (sua è la prima salita del Payu peak).

Jawaid Iqbal, Shah Jahan Khan, Jabbar Bhati e Muhammad Ali Changezi, 4 dei più celebri esploratori pakistani, sono i nuovi vicepresidenti dell’Alpine Club.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *