• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Primo Piano

Vetta al Manaslu, Pauner e Soria senza ossigeno

Manaslu
Manaslu (Photo expeterra.com)

Updated — KATHMANDU, Nepal — Prime salite della stagione al Manaslu. Questa mattina Carlos Pauner e Carlos Soria sono saliti in vetta alle 9 del mattino ora spagnola. Ieri nove alpinisti sono arrivati in cima: si tratta di 8 inglesi e uno spagnolo, Miguel Ángel Pérez. Ma oggi molte altre spedizioni stanno tentando di fare altrettanto partendo da campo 4.

Secondo il sito spagnolo Desnivel, che riporta la notizia, Miguel Ángel Pérez sarebbe arrivato in vetta ieri intorno alle 14.30 ora nepalese: sarebbe stato il terzo in assoluto e il primo degli alpinisti a conquistare la cima senza ossigeno. Il gruppo, secondo i piani, doveva lasciare campo 4 alle 4 del mattino, ma poi il forte vento li ha costretti ad aspettare.

Qualcun altro che aveva provato a partire intorno alle 6, era dovuto tornare indietro per la bufera. Infine gli 8 britannici e lo spagnolo sono partiti alle 8 da quota 7400 metri. Pare che Pérez abbia battuto traccia per la maggior parte della salita, dal momento che anche il suo sherpa si è fermato a campo 4. Per l’alpinista spagnolo il Manaslu, con i suoi 8.163 metri l’ottava montagna più alta del mondo, è il sesto ottomila dopo il Gasherbrum 2, il Nanga Parbat, l’Everest, il Cho Oyu  e il Broad Peak.

Secondo quanto riferito dal suo stesso team, la giornata di ieri era fredda ma soleggiata e senza vento e nonostante sulla montagna ci fosse tanta neve, le condizioni erano buone. Ad approfittare della finestra di bel tempo in queste ore sono in molti, dal momento che sono circa 200 le persone che aspettavano al campo base che le condizioni meteorologiche migliorassero per tentare la salita.

Tra questi ci sono alcuni nomi molto noti come quelli di Carlos Pauner e Carlos Soria, che questa mattina alle 9, ore spagnole, hanno toccato la vetta del Manaslu. E’ stato il sito dello stesso Pauner a comunicare in un aggiornamento che i due alpinisti erano insieme.

Sono partiti alle 3 del mattino e come previsto hanno impiegato sei ore di cammino per arrivare dai 7400 metri di campo 4 alla vetta. Non è chiaro al momento dove i due spagnoli si fermeranno per trascorrere la notte e riposare. L’idea iniziale era di scendere a campo 4, bere e poi proseguire verso il base, ma i due proseguiranno nella discesa finché lo riterranno sicuro.

Il Manaslu è il decimo ottomila per Pauner. Per Soria invece è il nono: un grande  successo raggiunto all’età di 70 anni.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *