• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Tom Perry a piedi nudi sul Vesuvio

Tom Perry (Photo tomperry.it)
Tom Perry (Photo tomperry.it)

NAPOLI — Nuova impresa dello “scalatore scalzo”. Tommaso Peretti, in arte Tom Perry, la mattina di domenica scorsa ha percorso a piedi nudi i bordi del cratere centrale del Vesuvio. La scelta del vulcano, per i quali il vicentino ha una vera passione, mirava ad attirare l’attenzione dei media su Napoli e sulle bellezze della città campana.

La corsa a piedi nudi sul Vesuvio, in fase di quiescenza dal 1944, si è svolta domenica 25 luglio alle 8 del mattino. L’alpinista ha percorso i bordi del cratere centrale, scendendo dal cono come aveva già fatto nel 2007 sull’Etna in eruzione.

Non è la prima volta infatti che Peretti corre scalzo su un vulcano. Lo scalatore, 50 anni originario di Sovizzo, in provincia di Vicenza, ha già in curriculum, oltre alla montagna siciliana (scalata nuovamente a piedi nudi nel 2008), il Kilimangiaro in Africa, il Licancabur e il Nevado Sajama in Bolivia, l’Aconcagua in Argentina, il Fujama in Giappone, il Pico de Orizoba in Messico.

Con l’impresa sul Vesuvio, Perry ha voluto attirare l’attenzione sulla necessità di rispettare il mondo e la natura che ci circonda, ricordando che proprio un vulcano, quello islandese, recentemente ha messo in ginocchio i trasporti mondiali. Ha voluto anche attirare l’attenzione su Napoli, come si legge sul suo sito, “città unica al mondo ma troppo spesso non considerata a sufficienza e relegata dalle cronache a ruolo di pattumiera, quando invece merita una dignità pari alle grandi città d’arte”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *