• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
L'approfondimento, Parola all'esperto

Montagna: i consigli della Forestale in caso di temporale

temporale in montagna
temporale in montagna

ROMA — Gli incidenti in montagna sono frequenti, soprattutto durante la stagione estiva. Spesso però potrebbero essere evitati seguendo delle semplici regole. E’ questo ad esempio il caso degli incidenti dovuti ai temporali e ai fulmini in alta quota. Per informare gli escursionisti il Corpo Forestale dello Stato ha redatto alcuni consigli per comportarsi correttamente in caso di improvvisi temporali estivi.

Per chiunque decida di intraprendere una gita in alta quota è innanzitutto fondamentale consultare il bollettino Meteomont  in modo da essere informati in tempo reale sulle condizioni del tempo locali. E’ inoltre importante fare un itinerario dettagliato della gita contattando, per le informazioni necessarie, il Comando Stazione Forestale del luogo.

Durante l’estate in montagna le condizioni atmosferiche possono cambiare in modo repentino e spesso non si fa in tempo a rientrare al rifugio o in auto. Bisogna quindi stare attenti all’evoluzione metereologica portandosi un adeguato barometro-altimetro anche durante l’escursione. In ogni caso, è bene non farsi trovare impreparati.

Ecco altri consigli per minimizzare i rischi ed evitare di affrontare con superficialità la montagna in caso di temporali. Primo: non farsi prendere dal panico; evitare le attivita’ all’aperto ed in particolare nelle vicinanze di corsi o specchi d’acqua; ripararsi in un rifugio o in auto chiudendo bene le porte e  le finestre.

Evitare, se in auto, di mettersi in viaggio; non sostare o transitare sotto alberi o pali isolati e comunque evitare i sottopassi. Non accendere fuochi all’interno dei rifugi; liberarsi di qualsiasi oggetto metallico anche di piccole dimensioni e non dare la mano ai compagni di escursione, stando distanziati una decina di metri.

E’ inoltre indispensabile isolarsi il più possibile dal terreno, toccandolo in un solo punto, ad esempio saltellando o stando coi piedi uniti. Le persone colpite da fulmine in genere non sono cariche elettricamente e normalmente non si rischia nulla prestando loro soccorso. Infine, in caso di emergenza sanitaria, chiamare prontamente il 118, e in caso di urgenza – se in grado -, effettuare un massaggio cardiaco contemporaneamente alla respirazione bocca a bocca.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *