• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Cronaca nera

La morte di Sharp e il dilemma delle spedizioni commerciali

everestKATHMANDU, Nepal — L’Everest, la montagna più alta del mondo, la vetta sognata da tutti. Le spedizioni commerciali, che promettono a chiunque di realizzare questo sogno, dietro congruo compenso. A volte, però, il prezzo da pagare è troppo alto: la morte di David Sharp sulla Nord dell’Everest, abbandonato da colonne di alpinisti diretti verso la cima, ha scatenato di nuovo il dibattito sulla legittimità della presenza di alpinisti scarsamente preparati ad altissima quota.

Everest, la “strana” morte di Mr. Sharp

Sharp era davvero spacciato? No, parola di medico

Picozzata: spedizioni commerciali, la degenerazione dell’alpinismo

Sir Hillary: l’alpinismo sta degenerando

Mondinelli, Moro e Merelli: con l’Everest non si scherza

Simone Moro: occhio alle cosiddette “guide alpine” dell’Everest

Picozzata: mercanti di alpinismo

Piantoni: il mio Everest senza ossigeno

Meraldi: benvenuti al circo dell’Everest

Picozzata: alpinisti e alpituristi

Lhotse-Everest, ammucchiata celebrativa

Russel Brice propone una squadra di soccorso sull’Everest

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *