• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Confortola a campo 3, rientra per il freddo

Marco Confortola al campo base dell'Everest sud
Marco Confortola
(Photo Marco Confortola)

KATHMANDU, Nepal — Toccata e fuga a campo 3 per Marco Confortola. L’alpinista valtellinese, impegnato nella scalata del Lhotse, nei giorni scorsi è salito al terzo campo alto, ma poi è stato costretto a tornare indietro al base. “Abbiamo rinunciato – spiega sul suo sito – per il freddo intenso alle mani e ai piedi”.

Confortola è salito a campo 3 sabato scorso, ma le rigide temperature gli hanno impedito di proseguire. L’alpinista valtellinese, al suo primo ottomila dopo la drammatica vicenda del K2 che gli è costata l’amputazione di diverse dita dei piedi, ha preferito tornare indietro, per via del dolore agli arti inferiori e superiori.

Per la verità, spiega meglio sul suo sito, aveva iniziato a patire il freddo quando ancora si trovava nel sacco a pelo e in tenda al base, ancora prima di salire quindi. Così, una volta raggiunto campo 3 ha preferito tornare indietro e passare la notte a campo 2. Ma anche qui, a quota 6.900 metri, la situazione non è stata migliore, anche a causa dei venti forti.

Infine Confortola il 26 aprile è tornato al campo base dove si trova ancora, in attesa di riprendere la salita. A suo dire, è probabile che abbia sofferto così tanto il freddo perché non ancora sufficientemente acclimatato.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *