• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Everest, incidente mortale sulla Nord

Everest, il campo base avanzato ai piedi della parete nord
Everest Nord, campo base avanzato www.gnaromondinelli.it

LHASA, Tibet — Incidente mortale sulla parete Nord dell’Everest. Un alpinista è morto travolto dal crollo di un seracco sulla via di salita verso campo 1, mentre un altro è rimasto ferito. Lo riferisce Silvio Gnaro Mondinelli, che al momento si trova al campo base con i compagni Michele Enzio, Abele Blanc e Marco Camandona.

“L’incidente è accaduto questa mattina sotto campo 1 – racconta Mondinelli dal campo base -. Pare che la vittima sia un alpinista ungherese e che nel crollo sia rimasta ferita un’altra persona. Al momento non abbiamo notizie più precise”.

Sul luogo dell’incidente, poco dopo il crollo, si sono radunate decine di persone. Mondinelli e i compagni, invece, si trovavano al campo base, in attesa di maggiori informaizoni e del rientro dei soccorritori e delle persone coinvolte nell’incidente.

Gli alpinisti italiani sono scesi da campo 2 venerdì scorso e hanno in programma una nuova salita domani, tempo permettendo.

“Oggi nevischiava – racconta Mondinelli -. E’ il primo giorno in cui si sta abbastanza bene: fino a ieri, vento forte e freddo cane. Domani, se ci sarà il sole, saliremo di nuovo: campo 1, campo 2 e poi campo 3 a ottomila metri. Finora nessuno è salito lassù: il vento era veramente disumano”.

Dopo quest’ultima salita di acclimatamento, il gruppo sarà pronto per tentare la cima alla prima finestra di bel tempo.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *