• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Gallery

Nicolini, i 4000 delle Alpi

immagine generica

Sessantacinque vette in quarantuno giorni. Prosegue di buon passo la spedizione di Franco Nicolini e Diego Giovannini sugli 82 quattromila delle Alpi, che gli alpinisti vorrebbero concatenare in 82 giorni così come progettato dal leggendario Patrick Berhault, che anni fa morì nel tentativo di realizzare questo ambizioso progetto. Corsa finita invece per Mirco Mezzanotte, terzo membro della spedizione, che ha dovuto abbandonare il gruppo a causa di un infortunio al piede.

Nicolini e Giovannini prevedono di terminare le vette del Bianco entro la settimana per poi dirigersi verso il Cervino. “L’impegno psicofisico è continuo e davvero intenso – racconta Nicolini – e in questi giorni il tempo instabile ha condizionato parecchio le nostre salite fino a farci rinunciare a più di una cima, ma stiamo affrontando pareti impegnative e non ci possiamo permettere di sottovalutare le condizioni di sicurezza”.

A complicare le cose è intervenuta la vicenda di Mirco Mezzanotte, uno dei tre componenti del team, che è stato costretto ad abbandonare la sfida a causa di alcuni problemi a un piede. Dopo circa 40.000 metri di ascese, l’avventura prosegue quindi solo per Nicolini e Giovannini che cercheranno di portare a termine il progetto delle 82 cime in 82 giorni.

Gli alpinisti stanno compiendo tutti i trasferimenti tra vari gruppi montuosi esclusivamente con l’impiego di mezzi di locomozione “naturale”, sugli sci, in bici oppure a piedi.

no images were found

Photos courtesy of www.franznicolini.it

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *