• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Prodotti tipici

La deliziosa crema di Cogne

immagine generica

Una delizia per il palato, che si scioglie in bocca lasciando un meraviglioso sapore di montagna. Cari lettori quest’oggi vi regaliamo, una ricetta speciale che vi porterà nel cuore della Valle d’Aosta, in un viaggio memorabile tra cioccolato, panna, mandorle, uova e rhum. E’ la ricetta della crema di Cogne, un fresco ma ricco dessert valdostano davvero semplice da preparare.

Bastano mezzo litro di panna, quattro tuorli d’uovo, 100 grammi di zucchero, 50 grammi di cioccolato fondente, una bustina di vanillina e un cucchiaio di rhum. I tuorli vanno sbattuti con metà dello zucchero fino a farli diventare una crema molto chiara, a cui poi va aggiunta la vanillina. Nel frattempo, il cioccolato va fatto sciogliere a bagnomaria nella panna, facendo attenzione che questa non vada in ebollizione. Una volta sciolto, bisogna aggiungere i tuorli sbattuti al composto e per ultimo il bicchierino di rhum.

La crema va cotta a fuoco basso per circa mezz’oretta, comunque fino a quando si raddensa. Mentre la crema cuoce, bisogna far caramellare a fuoco basso lo zucchero restante insieme a un cucchiaino di acqua. Quando la crema è pronta, aggiungetegli il caramello e poi versatela nelle coppette.

Alcune varianti suggerite sulla ricetta contengono le mandorle, e secondo molti questo sarebbe il segreto per ottenere una crema di Cogne davvero indimenticabile. Se volete provarci, spellate e pestate finemente 5 mandorle amare e 10 dolci. Fatele bollire leggermente nel latte per 20 minuti circa. Poi filtrate il latte e usatelo insieme alla panna per far sciogliere il cioccolato. In questo questo caso, aumentate un po’ le dosi di zucchero e cioccolato.

La crema di Cogne è ideale sarebbe accompagnarla con le tegole, pasticcini tipici valdostani croccanti a base di mandorle e nocciole. Volete anche sapere qual è il vino giusto per accompagnarle? Dalla Valle d’Aosta consigliano lo Chambave Muscat, da servire ad una temperatura di 10 gradi centigradi.

Vi diamo appuntamento ai prossimi giorni con la ricetta delle tegole e i dettagli sul vino valdostano…

 

 Sara Sottocornola

 

documentprint mail-to
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *