• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Ritrovata l’alpinista polacca dispersa sul Makalu

immagine

MAKALU, Nepal — Per 10 lunghe, lunghissime ore di lei si erano perse le tracce. Poi la vicenda si è risolta al meglio. L’alpinista polacca Anna Czerwinska che ieri non aveva fatto ritorno al campo base del Makalu dopo aver raggiunto la vetta, è viva e sta scendendo dalla montagna in queste ore. La donna si era solo attardata nei campi alti a causa della troppa fatica. 

Anna stava scalando il Makalu con l’alpinista Jerzy Natkanski. Il compagno si è fermato prima della vetta. La donna, 7 anni, invece ha proseguito. Da quanto si è appreso l’uomo sarebbe ridisceso subito dopo l’ultima telefonata al base, seguito a breve distanza dalla compagna. Dopo quel momento, con la donna si erano persi i contatti. Al campo base la davano per dispersa. Invece questa mattina la buona notizia: i due hanno fatto sapere via radio di stare bene e di aver passato la notte in un bivacco in alta quota, provati dalla fatica.   
 
Anna Czerwinska è la più celebre alpinista polacca. E’ stata la prima donna polacca a scalare le 7 summits e la donna più vecchia a scalare l’Everest (impresa compiuta nel 2000 a cinquant’anni d’età). Il Makalu è la sua ottava cima sopra gli ottomila metri. Nel suo curriculum, anche numerose ascensioni estreme sulle Alpi. Quasi sempre scalate in team esclusivamente femminili.
 
Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *