• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Kanchenjonga. E Vallejo mette il 12esimo sigillo

immagine

KANCHENJONGA, Nepal – E’ sempre più vicino il traguardo dei 14 ottomila per l’alpinista ecuadoriano Ivan Vallejo, che il 22 maggio ha salito il Kanchenjonga (8.586 metri). Con lui c’era Joao Garcia, alpinista portoghese al suo settimo ottomila. Entrambi hanno raggiunto la cima rigorosamente senza ossigeno.

Iván Vallejo ha 47 anni. Alpinista sin dalla nascita, è balzato agli onori della cronaca quando nel 1999 divenne il primo ecuadoriano ad aver scalato l’Everest senza ossigeno. I due sigilli che mancano a completare la sua corsa ai 14 ottomila sono il Dhaulagiri e l’Annapurna. Joao Garcia, 39 anni, è invece lo scalatore più forte del Portogallo, con sette ottomila scalati.
 
I due alpinisti facevano parte di due spedizioni diverse, che però collaboravano sin dall’inizio della stagione e avevano già effettuato alcuni tentativi di salita.
 
Vallejo aveva pianificato di salire in cima al Kanchenjonga già venerdì scorso, quando Garcia non si sera ancora ripreso del tutto dal precedente tentativo fallito. L’alpinista portoghese si era quasi rassegnato a doverci riprovare in solitaria nel weekend, nonostante qualche preoccupazione.
 
Ma le condizioni erano favorevoli, e la rinuncia sembrava un sacrilegio. Ad Explorersweb aveva dichiarato: “Se non si prova ad inseguire i propri sogni, per cosa vale la pena vivere?”.
 
Il sogno, alla fine, è stato raggiunto. Ribaltando i piani, i due assi dell’alpinismo latino sono partiti insieme per la vetta nella notte tra domenica e lunedì, e hanno messo a segno il loro ennesimo successo.
 
Il Kanchenjonga si trova sul confine tra Nepal e il Sikkim (India) ed è l’ottomila più orientale della catena himalayana. Sino al 1849, è stato creduto la montagna più elevata della Terra. Il suo nome significa letteralmente "cinque tesori della grande neve" con riferimento ai cinque picchi del massiccio.
 
 Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *