• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Gli esperti inglesi: estate caldissima in Italia

immagine

LONDRA, Gran Bretagna — Sarà un’estate più calda del normale in Italia e nell’Est europeo. E’ quanto sostengono gli esperti del servizio meteo di sua Maestà britannica, che prevedono per il nostro paese un luglio e un agosto decisamente roventi.

In questi due mesi  le temperature in Italia saranno decisamente sopra la media a causa dell’arrivo di frequenti ondate di calore. Non resta che rifugiarsi in montagna, all’ombra dei pini. Stando alle aspettative, le nostre montagne non saranno esenti da calura, ma perlomeno un po’ di fresco in più dovrebbe esserci.
 
Quelle inglesi sono, ovviamente, previsioni probabilistiche. E, come tutte le previsioni che vanno oltre la settimana, hanno un ampio margine d’errore.
 
Secondo il servizio meteorologico britannico, nella prossima estate l’Europa potrebbe essere spaccata in due, dal punto di vista termico, in senso longitudinale. Nella parte orientale – comprese la Scandinavia si verificherebbero regimi più caldi e scarse precipitazioni.  In quella occidentale – in particolare in Spagna – si registreranno  temperature più basse della media e abbondanti piogge.
 
L’Italia, pur trovandosi nel mezzo, risentirebbe soprattutto delle condizioni di maggiore calore dell’Est europeo. Stando alle previsioni made in England, a questo andamento potrebbero sfuggire le due isole maggiori: Sicilia e Sardegna, dove si godrebbe di un’estate né calda né fredda, nella media.
 
Le previsioni globali indicano caldo torrido anche nelle regioni artiche e in Nord America, tranne che in Alaska.
In conclusione, la prossima dovrebbe essere un’estate opposta rispetto a quella dello scorso anno, in cui si verificò un caldo torrido in Europa occidentale. Soprattutto in Spagna e Portogallo. Mentre nell’Est europeo si registrarono punte di freddo record per il periodo, seguite da piogge e alluvioni.  
 
Stagione di intense perturbazioni invece sull’altra sponda dell’Atlantico. E’ quanto prevede il Noaa, il servizio meteorologico statunitense. Secondo le stime ci potrebbero essere dalle 13 a 16 tempeste tropicali, di cui fino a una decina potrebbero evolvere in uragani. Di questi ultimi, da 4 a 6 dovrebbero risultare molto violenti.  
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *