• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Il tribunale: sono i Simon gli scopritori della mummia Oetzi

immagine
BOLZANO — Dopo tanto tempo finalmente arriva la Corte d’appello metter ordine sulla paternità di Oetzi, l’ormai famosa mummia dei ghiacci. Il tribunale ha sentenziato che sono i coniugi Simon i veri scopritori dell’uomo del Similaun, confermando peraltro la sentenza di primo grado.

Helmuth Simon è morto sotto una valanga poco tempo dopo la scoperta della mummia. Ma la moglie Erika non ha mai smesso di rivendicare il loro primato su una delle scoperte archeologiche più importanti degli ultimi anni.
 
I coniugi tedeschi hanno sempre sostenuto di essere stati i primi ad avvistare i resti di Oetzi sul ghiacciaio. E ora anche la Corte d’appello gli dà ragione (a meno di un ricorso in Cassazione). Con conseguente compenso economico. 

A contestare l’attribuzione del ritrovamento ai coniugi Simon era stata la Provincia di Bolzano, proprietaria del reperto. La Provincia contestava la richiesta di ricompensa dei Simon – ritenuta eccessiva – sostenendo che le spese fatte per valorizzare la scoperta sarebbero state tutte a suo carico.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *