• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Esclusivo: il video della scalata italiana al Makalu

immagine

MAKALU, Nepal — Oggi, in esclusiva per i nostri lettori, Montagna.tv e Montagna.org pubblicano il video girato dalla spedizione italiana che l’altro ieri ha raggiunto la vetta del Makalu (8473 metri) dalla parete nord-ovest, portando a termine un’incredibile impresa. Insieme al filmato – opera di Mario Vielmo – vi regaliamo le immagini della salita e un’intervista a Mario Panzeri, che con i compagni si sta preparando al rientro in Italia. 

Panzeri, vogliamo sentire dalle sue parole come è stata la salita…
E’ stata durissima. La neve era tutta da battere, ci arrivava sopra alle ginocchia. Sulle boccette, nel canale dei francesi, abbiamo pure sbagliato strada. Sull’anticima abbiamo tribolato parecchio, perché avevamo finito le corde più in basso e abbiamo dovuto oltrepassarla senza attrezzarla. Era pericoloso, perché la cresta sommitale è affilatissima e c’era neve molle, data l’ora tarda del pomeriggio.
 
Dopo uno sforzo simile, com’è stato arrivare in cima?
Una gioia immensa. Ci siamo seduti sopra, con le piccozze in aria, e abbiamo scattato le foto. Ma uno alla volta, perché lo spazio è piccolissimo e in due non ci si sta. Così abbiamo fatto la fila, come nei musei!
 
Com’è andata la discesa?
Parecchio difficile, soprattutto perché a metà del cammino è scesa la notte. Siamo arrivati a campo 3 alle dieci di sera, dopo aver superato alcuni dei punti più critici completamente al buio. Eravamo stremati.
 
Ora siete finalmente al campo base…
Sì, e stiamo festeggiando tutti insieme con la birra. Finalmente ci sentiamo riposati e rilassati. Domani dovrebbero arrivare i portatori e ripartiremo per Kathmandu, dove arriveremo tra circa una settimana. Il trekking, da qui, è davvero molto lungo.
 
In Italia sarete accolti come degli eroi: siete i primi ad aver raggiunto la vetta del Makalu dopo due anni.
Sì… eroi dei fumetti. Ma va là, abbiamo solo salito la montagna. Però, dopo due mesi di solitudine e di fatica, è una bella soddisfazione.
 
Una splendida dimostrazione di umiltà, in un periodo in cui infuriano le polemiche. Vi lasciamo alle immagini, che parlano da sole.
 
 
Sara Sottocornola
 
(Immagini e video sono tratti dal sito di Daniele Nardi www.mountainfreedom.it, dove sono disponibili il diario e altre immagini della spedizione. Per gentile concessione di Mountain Freedom e Mario Panzeri) 
 
 

Un momento della salita

Un momento della salita

Un momento della salita

Mario Panzeri e Daniele Bernasconi sulla cresta

Panzeri e Bernasconi si avvicinano alla vetta

Daniele Bernasconi sulla vetta del Makalu

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *