• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente

Brasile, scoperte rane di montagna

immagine

SAN PAOLO, Brasile — Le rane vivono vicino all’acqua? Arriva oggi una scoperta che rivoluziona le basilari nozioni di zoologia. Esiste una rana, la più piccola al mondo, che non vive vicino all’acqua ma nel sottobosco e che dall’uovo si sviluppa subito come rana senza passare dallo stadio girino. A trovarla è stato un biologo brasiliano nelle montagne del Parana.

La notizia è stata annunciata in questi giorni da Luiz Fernando Ribeiro, al termine di tre anni di studi all’interno dello stato del Parana. Il biologo avrebbe trovato due specie di rana che vivono nel sottobosco della Mata Atlantica, tra il suolo e la coltre di foglie morte, ad un’altezza tra i mille e i 1.800 metri. Queste “rane di montagna”, della famiglia delle Brachycephalidae, sono davvero piccolissime. Senza superare gli otto millimetri sono le rane più piccole del mondo.
Stando a sentire i particolari raccontati dal biologo alla famosa rivista specializzata americana Herpetologica, difficilmente si crede che siano anfibi perché le differenze con il resto della specie sono davvero moltissime. Le rane di montagna sono diurne, preferiscono le basse temperature, non sono capaci di saltare e non hanno bisogno di un ambiente acquatico per sopravvivere perché i piccoli non passano per la fase di girino all’uscita dall’uovo. Il maschio provoca l’ovulazione della femmina e la feconda solo quando le uova sono già pronte.
Mangiano piccoli insetti, larve, acari e ragni. Una delle due specie scoperte è di color rosso e arancio e non supera gli otto millimetri. L’altra è marrone e gialla e arriva a 12 millimetri. Sono presenti in varie catene montuose del sud de Brasile, di clima temperato, ma il loro habitat selvatico sta scomparendo rapidamente.
 
Elisa Lonini
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *