• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente

Marmolada, nuovi stambecchi in arrivo

immagine

BELLUNO — Gli stambecchi della Marmolada torneranno ad essere i più numerosi di tutto l’arco alpino orientale. Com’era nel 2003. E’ questo l’obiettivo del progetto di ripopolamente presentato quest’oggi a Longarone (Belluno).

Creata negli anni Settanta attraverso degli esemplari provenienti dal Gran Paradiso, la colonia della Marmolada ha contato, fino al 2003, su circa 500 capi. Risultando per anni la più numerosa dell’intero arco alpino orientale. Ma nel 2004 cominciarono i primi rinvenimenti di carcasse di animali morti. La rogna cominciava a decimare pesantemente la comunità. Tanto che l’ultimo censimento dell’estate 2005 contava appena 158 esemplari in Marmolada.
La Regione Friuli Venezia Giulia ha deciso, allora, d’intervenire con un programma di ripopolamento. Animali selezionati e resistenti alla rogna sarcoptica verranno catturati nel resto del Friuli e poi rilasciati in provincia di Belluno.
L’unica colonia di stambecchi presente in territorio italiano con tali caratteristiche è risultata la colonia del massiccio Jof Fuart-Montasio, sulle Alpi Giulie, in provincia di Udine. Per questo, la Regione, attraverso la Direzione centrale delle risorse agricole, naturali, forestali e montagna, ha deciso di aderire al progetto.
Elisa Lonini
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *