• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Gnaro Mondinelli in vetta allo Shisha Pangma

immagine

SHISHA PANGMA, Tibet — Alle 7.20 ora locale è vetta per Silvio Gnaro Mondinelli. L’alpinista originario della Valtrompia è giunto sulla sospirata cima principale dello Shisha Pangma, 8.027 metri d’altezza salendo dalla via normale. Con lui, l’ironman della Valtellina Marco Confortola, Christian Gobbi e Michele Enzio.

L’afa, la fatica, la quota. Nulla hanno potuto contro la determinazione di Mondinelli. L’alpinista ha finalmente vinto l’infinita lotta contro lo Shisha, che lo aveva respinto già 4 volte negli anni scorsi. Il sole e la fortuna, stavolta, lo hanno accompagnato.
 
Tutto lasciava presupporre un nuovo grande successo. Il tempo era ottimo, l’umore della spedizione era buono e le condizioni fisiche anche. Partiti stanotte alle 3 dal campo tre, Mondinelli e soci hanno percorso il traverso  sotto la cima middle e hanno risalito il pendio che porta direttamente alla punta centrale, raggiungendola dopo circa 4 ore di scalata.
 
Dopo la spedizione italiana, sulla cima è giunta anche una spedizione basca, mentre quella giapponese ha raggiunto la vetta middle della montagna (8.013 metri).
 
Si tratta dell’ennesima impresa straordinaria di Mondinelli. Nel suo palmares di ottomila, ora mancano solo tre vette: Lhotse, Broad Peak e Annapurna.
 
In questo momento Mondinelli è ridisceso a campo 3, dove sta aspettando l’arrivo dei compagni. Nelle intenzioni del Gnaro, il rientro in giornata al campo base.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *