• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri

Terremoto dell’8 grado a Tonga

immagine

LOS ANGELES, Usa — La terra, quella che crea e abbatte montagne come fossero fuscelli, stavolta si è scatenata nell’oceano Pacifico. Un violentissimo terremoto, dell’ottavo grado della scala Richter, ha investito questa sera le isole Tonga, nel Pacifico Meridionale. Il Centro di osservazione per il Pacifico ha emesso un allarme tsunami, poi ridimensionato.

Secondo il Servizio geologico degli Stati Uniti l’epicentro del terremoto è stato localizzato al largo delle coste meridionali dell’Australia, per la precisione a 155 chilometetri a sud di Neiafu, a una profondità di 16.1 chilometri.    
 
La scossa si è verificata alle 17:26 ora italiana. Il Centro di osservazione per il Pacifico ha emesso un allarme tsunami per le isole Fiji, la Nuova Zelanda e per le altre aree del pacifico ad eccezione di Alaska, British Columbia, Washington, Oregon e California. L’allarme è poi rientrato.
 
Il terremoto è stato avvertito in tutto il Pacifico meridionale. Sopratutto intorno alla zona di Tonga. Il Regno di Tonga rappresenta un ambiente unico nel Sud Pacifico per la sua scenografica bellezza. Ibisco, frangipani e fiori a profusione creano oasi colorate sotto le palme, i pandani e i banani.
Tonga è stata la prima nazione del Sud-Pacifico a istituire dei parchi nazionali protetti. Alle spiagge di sabbia bianca degli atolli, accoppia terrazze e creste rocciose di origine vulcanica.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *