• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Daniele Nardi e Luca Mussapi firmano la prima invernale di “Peter Pan” al Pizzo Deta

Foto @Daniele Nardi

In questo video l’alpinista Daniele Nardi racconta la prima ripetizione invernale, insieme a Luca Mussapi, della via “Peter Pan” TD- 5 M6/M7 160m, sul pizzo Deta, in Appennino. Nardi racconta la salita, la sua storia e spiega anche i passaggi più tecnici. E in fondo, un invito a non dimenticarsi di queste zone bellissime dell’Appennino centrale, che, oltre a dei paesaggi unici, offre anche molte possibilità per gli alpinisti. Qui sotto potete leggere e vedere il racconto di Daniele Nardi pubblicato sulla sua pagina Facebook.

Era tempo che volevo salire Peter Pan aperta qualche anno fa. Quello che mi preoccupava era l’ultimo tiro super sprotetto e difficile da trovare in condizione. Luca Mussapi ha accettato subito l’invito anche se non sapeva esattamente cosa aspettarsi. La via per me è bellissima anche se è abbastanza corta ed anche se ha un avvicinamento niente male. Parte a sinistra di Misto Moderno ed è molto più naturale nel senso che va protetta e li mettere le protezioni è una cosa che ti devi sudare.

Abbiamo lasciato qualche chiodo in più per le future ripetizioni, è stato un viaggio bellissimo e mi sono proprio divertito. Spero che questa montagna diventi un riferimento per il misto del centro Italia e che ci siano sempre più persone che abbiano voglia di ripetere le vie o tentarne di nuove.

In questo senso mi ha fatto un sacco piacere vedere che dall’altro lato della valle c’erano Nicola Carusi ed i suoi amici che andavano ad aprire una nuova via, più in basso rispetto a noi, salendo da un lato della montagna meno conosciuto quello da Rendinara che si aggiunge alla salita da Prato di campoli e da Roccavivi cioè Balsorano.

Questo video è il frutto di riflessioni e della voglia di spiegare questa montagna a partire dalla guida Ghiaccio d’appennino scritta da Iurisci Cristiano ed edita da VERSANTE SUD. Buona visione e buon Appennino a tutti.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *