• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Team italo-nepalese apre una nuova via sul Gyanjikhang

La foto in vetta @xtravels.it

Nuova via sul Monte Gyanjikhang (7.074 m), montagna nepalese che confina con il Tibet, ad opera del team italo-nepalese composto da Luca Montanari, Giorgio Sartori e i due nepalesi Mingma Temba Sherpa e Nima Sherpa. “Siamo partiti con spirito esplorativo, con l’approccio sognatore e determinato dell’alpinista alla ricerca di nuove vette da raggiungere e raccontare. Ma soprattutto, consapevoli del fatto che nessuna spedizione italiana era mai stata lì e questo, lo ammetto, ha contribuito a darci tantissima carica”, scrive Montanari, guida alpina.

Una montagna difficile da pronunciare e da avvicinare: 9 giorni di trekking, superando passi che arrivano a 5.400 metri. La cima è stata raggiunta il 25 ottobre dopo aver aperto una nuova variante, più sicura, per arrivare in cima. 

Inizialmente infatti il team aveva deciso di salire per la via normale alla vetta, ma non era in condizioni a causa dei troppi crepacci e di seracchi pericolanti. Tornati al campo base non si sono lasciati scornare dal tentativo andato male e hanno deciso di riprovarci, aprendo una via tutta loro.

“Torno a casa felice – scrive ancora Luca Montanari – come sempre mi capita dopo aver trascorso periodi più o meno lunghi in Nepal. Ma mai come questa volta  mi sono reso conto che, qualunque sia l’obiettivo  da raggiungere e le difficoltà da superare, c’è sempre una via inesplorata che ci apre la strada. Cercate i tasselli. Toverete le vostre opportunità”.

Per il racconto della spedizione ed il video, qui

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *