• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Snow, Turismo

A Modena presentata la prima Carta della Montagna Bianca

È stata presentata alla fiera Skipass a Modena la prima Carta della Montagna Bianca, un documento programmatico che vuole segnare l’inizio di un percorso comune per continuare a migliorare l’offerta del turismo bianco italiano (per scaricare il documento, QUI). 

A presentare il documento anche Andrea CorsiniAssessore al Turismo della Regione Emilia Romagna: “Dobbiamo investire su un turismo esperienziale, su un turismo legato alle attività sportive, fortemente ancorato alle identità e ai valori di ogni territorio. Questo è un documento programmatico importante, che ci permette di creare una politica strutturata e di sviluppo della nostra offerta montana”.

Anche Isabella De Monte, membro della Commissione Trasporti e Turismo al Parlamento europeo, è intervenuta alla conferenza e porterà la Carta al Parlamento Europeo: “Non è facile sottolineare l’importanza del turismo in Europa ma lo stiamo facendo, perché questo è l’unico settore che è aumentato durante la crisi e ci sta dando enormi soddisfazioni – ha dichiarato De Monte – Dobbiamo dare al settore turistico una dignità vera, è la terza economia europea e per questo motivo dobbiamo considerarla un’industria. In più questo settore non delocalizza: investendo sul turismo si investe su uno specifico territorio, facendo sì che la ricchezza che si produce li rimanga”.

La “Carta della Montagna Bianca Italiana” intende fornire al sistema pubblico/privati i mezzi utili per una corretta pianificazione dello sviluppo turistico della montagna invernale italiana e vuole essere uno strumento strategico contenente gli items primari sui quali concentrare tutte le azioni di governo per lo sviluppo turistico della Montagna Bianca Italiana.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Spedirne una copia al Direttore del Meteo, con preghiera di rilascio nevicate…quantita’ giusta al posto giusto e al momento giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *