• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Rock

Roland Hemetzberger ripete WoGü, la mitica via di Beat Kammerlander

@Facebook Roland Hemetzberger

Nel 1997 Beat Kammerlander apriva nel Ratikon una via dalle difficoltà incredibili: WoGü. Ci vollero quasi dieci anni prima che un certo ragazzino, di nome Adam Ondra, la liberasse. Le difficoltà sono sull’8c, 8a+ obbligato. Fu ripetuta anche nel 2016 da Edu Marin e qualche giorno fa da Roland Hemetzberger.

Su Facebook Roland ha scritto: “Nalle Hukkataival un anno fa mi chiese se volevo provare con lui WoGü e io gli dissi di si. Il secondo giorno mi sono infortunato a un dito ma seguii Nalle nei suoi tentativi facendogli sicura. Sfortunatamente il meteo mise fine alla nostra salita per quell’anno”.  La via è probabilmente tra le più dure in Europa, caratterizzata da allunghi ai limiti del possibile. 

Negli anni dopo WoGü diventa una fissazione per Roland che mette tutte le energie per chiudere questo progetto. “Per tre volte caddi sull’ 8b+, proprio alla fine, con le braccia gonfie e la mente scarica. Due giorni dopo, il 30 settembre, salii ogni lunghezza al primo tentativo e alle 19.00 ero in cima con gli occhi pieni di lacrime. Recuperai le corde, pensando a quello che avevo appena salito. Quindici minuti dopo iniziò a piovere”.

Roland è da qualche mese compagno del Ragno di Lecco Luca Schiera nel team dell’azienda lecchese Kapriol, i due sono appena tornati dalla Cina, una spedizione esplorativa delle pareti dell’estermo oriente. 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *