• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Premio Cassin: vincono i Ragni

immagine

LECCO — Vince in casa la spedizione "Northern Light Climbing" dei Ragni di Lecco, che ieri ha ricevuto il Premio Riccardo Cassin “Città di Lecco” 2009 per l’alpinismo. Matteo della Bordella, Simone Pedeferri, Lorenzo Lanfranchi e Riky Felderer, protagonisti della spedizione estiva in Groenlandia, hanno ricevuto il premio perchè "l’impresa è riuscita a partire dalla semplice visione di qualche fotografia", un dettaglio che ha ricordato lo stile del grande Cassin.

La spedizione dei Ragni, tra giugno e luglio, ha aperto cinque vie nuove con difficoltà fino al 7b+ sulle big wall del Fox Jaw, vicino al Fiordo Tasiilaq, scalando a volte per oltre 20 ore filate grazie al sole di mezzanotte.

La Giuria, composta da Guido Cassin, presidente della Fondazione, Daniele Redaelli, Luigi Zanzi, Cesare Maestri e Luigino Airoldi, ha voluto assegnare a loro la quarta edizione del premio ricordando lo stile delle spedizioni esplorative di Riccardo Cassin.

Nella sezione cultura, è stato premiato Enrico Gianola del gruppo interparrocchiale “La Cordata” di Premana, per le escursioni organizzate ogni domenica con ragazzi diversamente abili in collaborazione con il “Centro Grigne” di Vimogno. Menzioni specialis sono andate a Fabio Lenti e all’associazione Sport è vita di Marco Confortola per l’attività svolta con i giovanissimi.

La cerimonia di premiazione, che ha avuto luogo ieri pomeriggio al Teatro della Società di Lecco, è stata molto sentita perchè è la prima dopo la scomparsa del grande alpinista avvenuta il 6 agosto scorso. L’evento si è concluso con la proiezione del film “Riccardo Cassin 100 anni, un secolo di alpinismo passato alla storia” e la premiazione dei bambini che hanno visitato la mostra “Parole Semplici”.

Per Matteo Della Bordella si tratta del secondo premio Cassin, dopo la vittoria dell’anno scorso per la libera in Wenden (Svizzera). Nel 2007, aveva vinto la prima salita alla parete Nord del Gasherbrum II di Daniele Bernasconi, Karl Unterkircher e Michele Compagnoni, e nel 2006 Lorenzo Festorazzi per le nuove vie aperte sulla parete Fasana della Grigna.

Sara Sottocornola

Foto Ricky Felderer

Related links:
Le emozioni polari dei Ragni di Lecco

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *