• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente

Aosta: renne adottano i mufloni

immagine

COURMAYEUR, Aosta — La coppia di mufloni clandestini scoperta in Val d’Aosta non verrà abbattuta. Dopo le numerose proteste dei cittadini, è stata trovata una soluzione: i due esemplari saranno catturati e successivamente ospitati in un allevamento di renne a Courmayeur.

Il ritrovamento di una coppia di mufloni, mamma e cucciolo, ha suscitato molte polemiche tra la popolazione della Val d’Aosta. Secondo gli esperti, la presenza di questi animali costituisce un pericolo per la fauna locale e sono stati tentati numerosi tentativi di cattura, tutti vani.

La regione, come previsto dal piano di controllo e dopo aver ottenuto il parere faverovele dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale di Ozzano nell´Emilia, aveva emesso l’ordinanza di abbattimento. I cittadini non capivano la necessità di un tale gesto verso due soli esemplari e chiedevano a gran voce un’alternativa.

La soluzione è arrivata da Lorenzo Sangabriele ed Emilio Péaquin, che possiedono un allevamento di renne a Courmayeur, in frazione Dolonne. Saputo il destino riservato ai mufloni, hanno chiesto di potersi occupare dei due esemplari sia al Presidente della Regione che all’Assessore all’Agricoltura. Dopo aver ricevuto il consenso, gli allevatori attendono ora che gli uomini della Forestale catturino mamma e cucciolo per portarli nella loro nuova casa.

Pamela Calufetti

Photo courtesy Natale in renna

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *