• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente

Aosta, mufloni: paura per la fauna locale

immagine

COURMAYEUR, Aosta — Nelle ultime settimane sono comparsi i mufloni in Valle d’Aosta. Se la presenza dell’animale non è poi così rara sulle montagne italiane, nella regione si tratterebbe di una novità. E proprio perchè tale, impensierisce studiosi e tecnici, che temono una compromissione dell’equilibrio della fauna locale.

I mufloni sono animali d’origine mediterranea, vivono per lo più sulle isole italiane (dalla Sardegna, al Giglio e all’Asinara), ma sono diffusi in parte anche sulle montagne. Alcuni dei 5mila esemplari stimati sull’intera Penisola infatti, abitano sulle Prealpi, altri sugli Appennini settentrionali, altri ancora all’interno del Parco naturale provinciale dell’Adamello-Brenta, in Trentino, dove sono stati reintrodotti durante gli anni Settanta.

In Val d’Aosta appunto non vivono mufloni, almeno fino ad oggi. Da poco più di un mese infatti, una coppia di esemplari è stata notata in Val Veny, vicino a Courmayeur. Secondo le autorità è probabile che sia stata introdotta illegalmente da qualcuno.

Gli esperti però, guardano alla loro presenza sul territorio valdostano come ad un pericolo. C’è infatti il rischio che possano rompere l’equilibrio della fauna locale, e per questo la Regione ha deciso per il loro abbattimento.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *