• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Salvati speleologi bloccati dalla neve

immagine

SELLA NEVEA, Udine — Tre speleologi triestini sono rimasti bloccati in una grotta a 2.200 metri sulle Alpi Giulie. Avevano trascorso alcuni giorni in una cavità tra i monti Poviz e Cerniala, sopra Sella Nevea, ma poi sabato, quando dovevano tornare, non sono riusciti a uscire a causa della neve.

I tre speleologi triestini si trovavano sulle Alpi Giulie, sopra il paese di Sella Nevea, che sorge ai piedi del monte Canin. Precisamente stavano studiando una cavità situata a 2.200 metri tra i monti Poviz e Cerniala, in cui si trovavano da circa 3 giorni.

Sabato dovevano far ritorno a casa, ma hanno trovato la neve a sbarrare loro la strada e lasciarli bloccati sulla montagna. Gli speleologi hanno così chiamato aiuto e gli uomini del Soccorso alpino di Cave del Predil e quelli della Guardia di Finanza di Sella Nevea si sono messi sulle loro tracce.

I soccorritori hanno raggiunto l’entrata della cavità con un elicottero della Protezione civile regionale del Friuli Venezia Giulia. Una volta tratti in salvo, li hanno ritrovati in buono stato di salute.

Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *