• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità

Sull'Ama Dablam a 16 anni per il cancro

immagine

KATHMANDU, Nepal — Ha salito l’Ama Dablam a soli 16 anni, per raccogliere fondi da destinare alla ricerca contro il cancro, malattia che ha colpito la sorella e il padre. E’ da record l’impresa della teeneger inglese Calum McIntyre, che il 25 ottobre ha toccato i 6.812 metri della cima nepalese.

La notizia, divulgata dal sito dell’Uiaa che ha voluto dare rilievo alla notizia su indicazione di Buddha Basnyat, presidente della Commissione medica, ha sottolineato il fatto che Calum è la ragazza più giovane mai salita sull’Ama Dablam. I registri di Elizabeth Hawley riportano soltanto una salita di un ragazzo più giovane, il 15enne americano Mark Pfetzer, nel lontano 1995.
 
La salita della giovane McIntyre, comunque, è ammirevole sia per aspetti umani che sportivi. "A mia sorella Esme è stato diagnosticato un tumore al cervello tre anni fa – ha detto la ragazza – è stata ricoverata per diverso tempo al Royal Hospital for Sick Children di Edimburgo, e sta facendo ottimi progressi grazie al "The Teenage Cancer Trust" per il quale vorrei raccogliere 5000 sterline".
 
Suo padre Dave Morris, ex presidente dell’Uiaa Mountain Protection Commission, ha partecipato alla spedizione all’Ama Dablam senza salire la cima. Pochi mesi fa, anche lui è stato colpito dal cancro e ha subito una laringectomia.
 
Sara Sottocornola 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *