• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente

E gli alpinisti marciano per il clima

immagine

KATHMANDU, Nepal — Una marcia per le montagne a Copenhagen, con la sfilata dei più grandi alpinisti del mondo. Da organizzare nei giorni del summit delle Nazioni Unite per il clima. Questa la proposta lanciata dal Nepal poco dopo l’annuncio della riunione del consiglio dei ministri al campo base dell’Everest, che pare si svolgerà proprio l’11 dicembre, Giornata Internazionale delle Montagne.

Il Consiglio dei Ministri al campo base dell’Everest non è abbastanza per attirare l’attenzione dei grandi della Terra sullo scioglimento dei ghiacciai. Il Nepal vuole che il problema sia portato direttamente a Copenhagen, sotto le finestre del summit delle Nazioni Unite dedicato al clima. 

Da qui l’idea di un corteo per il clima, capeggiato dagli alpinisti più famosi del mondo e magari da Al Gore. Ne ha parlato ieri Apa Sherpa, il celebre alpinista nepalese che ha salito 19 volte l’Everest, che ha battezzato l’iniziativa, promossa dal governo nepalese, col nome di “Summiteers’ Summit”.

All’evento parteciperà anche Dawa Steven Sherpa, noto per il suo ruolo di capospedizione nelle Eco-Everest expedition. Gli invitati sono illustri: al momento sono trapelati i nomi di Junko Tabei, Reinhold Messner, Peter Habeler, Maurice Herzog, Kurt Diemberger, Chris Bonington, Ed Viesturs. Ma a quanto pare la lista è molto più lunga.

"Confidiamo di raccogliere almeno mille alpinisti – ha detto Apa Sherpa alla stampa -. Il Nepal è famoso per l’Himalaya, ed è dovere degli alpinisti unirsi per salvare queste montagne".

Il corteo dovrebbe tenersi l’11 dicembre, Giornata Internazionale delle montagne, data che probabilmente verrà scelta anche per il consiglio dei ministri "glaciale" da tenersi al campo base dell’Everest. Quel giorno, la conferenza sul Climate Change delle Nazioni Unite sarà nel pieno svolgimento: inizierà infatti il 7 dicembre per concludersi il 18 dicembre.
 

Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *