• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Cronaca, Primo Piano

“Mauro delle montagne” una nuova via sul Torrione Cecilia in Grignetta

Le montagne nostrane possono sembrare a volte già esplorate, già piene di vie aperte negli ultimi 100 anni. Eppure esistono ancora tante linee belle, eleganti e difficili da salire, anche nelle conosciutissma e frequentata Grignetta lecchese.

Devono aver pensato così Giovanni Chiaffarelli, Federico Montagna e Luca Bozzi che quest’estate hanno aperto Mauro delle montagne sul torrione Cecilia. Una nuova via che riprende un vecchio progetto degli anni settanta di Aldo Anghileri e corre a destra di Donna Sandra, aperta sempre da loro l’anno scorso. 

Il tracciato della via (in verde) @ Giovanni Chiaffarelli

Ha raccontato Chiaffarelli su Planetmountain: “Il progetto estivo di quest’anno prevede la ripresa del tentativo di Aldo Anghileri degli anni settanta, un punto di domanda che non può restare senza risposta, vista l’arditezza dell’idea originale su una parete così affascinante. Come l’anno scorso, la regola è la stessa: salire dal basso esplorando man mano la parete per individuare la linea da seguire con la grande incognita della pancia prominente sommitale che pensiamo di salire in centro lungo una linea grigia che l’acqua piovana percorre e “pulisce” regolarmente”.

La via è dedicata all’amico Mauro Cariboni, gestore del rifugio Rosalba. Racconta ancora Chiaffarelli: “Ci stringiamo la mano, la via è fatta e non resta che darle un nome: Mauro delle montagne, in onore dell’amico Mauro Cariboni che ci osserva dal rifugio. Mauro che, come il Barnabo di Dino Buzzati, ha le montagne nel cuore; Mauro che al rifugio Rosalba ha fatto la differenza per più di vent’anni”.

La viaè lunga 80 m e ha difficoltà sul 6c+/7a, 6a+ obbligato.

 

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Bravissimi!

    Trovo, inoltre, molto bello il pensiero di dedicare la via allo storico gestore del Rifugio Rosalba che, purtroppo, se le informazioni che ho letto sono corrette, dovrà abbandonarne la gestione alla fine del 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *