• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Sci

Salto sci, Usa: niente fondi alle donne

immagine

NEW YORK, Usa — Niente più soldi per le atlete di salto con gli sci. Secondo le ultime notizie stampa, la federazione sport invernali americana avrebbe fatto saltare i finanziamenti alla squadra femminile di salto, perchè esclusa dalle prossime Olimpiadi di Vancouver.

L’esclusione delle donne dal salto con gli sci alle Olimpiadi è un fatto storico, anche se circondato da molte polemiche. Le atlete di salto, infatti, si stanno battendo da anni, anche tramite vie legali, per essere accettate ai Giochi, dove il salto con gli sci resta oggi l’unica disciplina riservata ai maschi.

Ma, nonostante siano ricorse anche ad azioni legali per la discriminazione subita, non hanno ancora ottenuto il via libera del Comitato Olimpico Internazionale.

Stando così le cose, la federazione statunitense ha deciso di non finanziare, per questa stagione, la squadra femminile di salto, con l’obiettivo di destinare maggiori risorse agli atleti che il prossimo febbraio parteciperanno alle Olimpiadi.

Certo è che questa situazione non favorisce lo sviluppo del movimento femminile di salto, una delle cui carenze è proprio l’esiguo numero di atlete che lo praticano. E’ proprio questo uno dei motivi per cui il Cio è dubbioso sul suo inserimento tra le discipline olimpiche: insomma, sembra proprio un cane che si morde la coda.

Sara Sottocornola

Related links
Olimpiadi: no al salto sci femminile

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *