• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

L’impresa di Gianluigi Rosa: scala il Campanil Basso con una protesi alla gamba

Gianluigi in cima al Campanil Basso @Trentino

Vi avevamo già parlato del progetto in Dolomiti per rendere accessibili ai disabili 22 sentieri delle Dolomiti. Qualche giorno fa Gianluigi Rosa grazie a Dolomiti Open, ventinovenne di Lavis è riuscito a salire e a suonare le campane del Campanil Basso, dopo averlo scalato con una protesi alla gamba. Gianluigi aveva perso la gamba in un incidente in moto quando aveva 17 anni. 

Per il terzo anno di fila si concretizza così il progetto di Dolomiti open, ideato dalla guida alpina Simone Elmi per rendere accessibili le Dolomiti anche ai disabili. 

Sabato mattina il gruppo è partito da Molveno per arrivare al rifugio Pedrotti. Da lì il giorno, dopo, Elmi e Rosa sono partiti alla volta del Campanile Basso. Gianluigi ha dichiarato: “Devo molto ai miei genitori e agli amici che in quei momenti bui mi hanno sempre spronato e sostenuto”. 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *