• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Sarca, deltaplanista e basejumper feriti

immagine

DRO, Trento — Due incidenti diversi ma con dinamiche simili sono capitati lo scorso weekend nei cieli sopra la valle del Sarca, in Trentino. Il primo è successo a un deltaplanista che, decollato dal monte Baldo, è finito con la vela su un albero, senza riuscire più a scendere. Uno scontro simile è capitato poi a un base jumper al Becco dell’Aquila, che si è infortunato a un braccio.

L’uomo in deltaplano, di cui non si conoscono le generalità, era decollato ieri pomeriggio intorno alle 4 dal monte Baldo, la cima di 2.218 metri vicina alla città di Trento. Al Ponte del Gobbo, tra Pietramurata e Sarche, è finito su un albero, rimanendo incastrato fra i rami con la vela, a penzoloni a 10 metri dal suolo.

I Vigili del fuoco e il Soccorso alpino sono quindi arrivati sul posto: saliti sulla pianta, lo hanno calato a terra incolume. Gli stessi soccorritori poco dopo sono stati impegnati in un altro salvataggio, di natura simile al primo.

Un base jumper americano infatti, si era lanciato dal Becco dell’Aquila, naturale balcone sul monte Brento molto frequentata dagli amanti della disciplina. Lo statunitense però volando è finito col paracadute su un albero procurandosi la rottura di un polso. Recuperato dall’elisoccorso, è stato trasferito in elicottero all’ospedale di Rovereto.

Foto courtesy of Sciretti Alberto

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *