• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Politica, Primo Piano

Zaia: troppi sprovveduti in montagna, pronto ad aumentare i già cari costi dei soccorsi

“Non possiamo metter a repentaglio la vita dei nostri soccorritori – sanitari, guide, elicotteristi – perché qualcuno, in maniera avventata e impropria, va in montagna non attrezzato, magari con le ciabatte infradito”, così il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, che ha prospettato un aumento del costo dei soccorsi non sanitari.

Il messaggio che deve passare è: “O ti assicuri e ti metti in regola, oppure, se sei stata una persona poco previdente e ti ritrovi a chiedere l’aiuto dei soccorritori, pagherai il conto, e per giunta salato”. “Non è possibile andare in montagna da sprovveduti o da incoscienti. Io ho l’obbligo di difendere la vita dei miei cittadini” ha concluso Zaia.

Tempi duri quelli a venire per i frequentatori della montagna veneta, anche se sono già abituati dal 2011 a pagare il Soccorso Alpino ed anzi, ad oggi, le tariffe in Veneto sono le più alte e si paga (non poco) pure nei casi di feriti, anche gravi. 

Ad oggi le tariffe sono queste: la chiamata costa 200 euro, a cui vanno aggiunti 50 euro per ogni ora di intervento via terra, per un massimo 1500 euro. Se interviene l’elicottero:  ferito grave: € 25 al minuto fino ad un max di € 500; ferito lieve: € 75 al minuto fino ad un max di € 7.500; persona illesa: € 90 al minuto senza tetto massimo.

 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. “ma come, vieni in montagna con le infradito?!?!?”
    “si, e allora?”
    “ma non sai quanto ti costa se ti fai male a causa delle tue ciabatte da spiaggia?”
    “ah beh, allora mi metto gli scarponi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *