• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Federica Mingolla conquista la prima femminile italiana di La Cattedrale, in Marmolada

È appena stata in Pakistan dove, assieme a Luca Schiera e Simone Pedeferri, ha aperto una nuova via, Good No Good, su una rossa parete nella remota Kiris valley.

Tornata, si è postata in Dolomiti e nello specifico in Marmolada, dove la forte scalatrice piemontese nel luglio 2016 aveva realizzato la prima femminile della via del Pesce. Questa volta è toccato a un’altra celebrità della Marmolada, la via della Cattedrale, che è stata salita dalla Mingolla in cordata con Nicolò Geremia in due giorni. Quella di Federica è la seconda ripetizione femminile della via. 

“Non ci posso credere!!! – scrive la Mingolla su Facebbok – Oggi in Marmolada ha echeggiato un urlo di felicità, disperazione e felicità. Stanchi dalla giornata precedente, dopo una notte di freddo in cengia e una mattina ancora più gelida che ci ha accompagnati fino in cima alla canna d’organo, decido che quel tiro irrisolto andava riprovato una seconda volta. Arriviamo alla base dell’8a+ e parto decisa. Sono lì, sospesa, è il momento! Non ricordo alcuni passi e Nico da sotto urla per aiutarmi, arrivo all’ultimo movimento. Ancora un URLO! Si, MIO DIO NICO!! Ce l’ho fatta! Ce l’abbiamo fatta!”.

La via della Cattedrale (8a+ max, 800m) è stata liberata da Pietro Dal Prà assieme a Michele Guerini nel 2004, ma l’apertura risale al 1983 ad opera di Graziano Maffei, Mariano Frizzera e Paolo Leoni in artificiale. La prima ripetizione nel 2009 è di Florian Ziegler; lo stesso anno Hansjörg Auer e Much Mayr effettuano la prima salita on sight. Nel 2016 Barbara Zangerl, in cordata con Jacopo Larcher, fa la prima libera femminile.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *