• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Incoscienza in montagna: “Poi parliamo di montagna assassina”

Venerdì 28 luglio: nella conca glaciale denominata “Cercle Maudit” alcune tende montate da degli alpinisti alla base conica del Couloir des Capucins.

Il video, proposto da La Stampa, è girato dalla Guida Alpina Ezio Marlier. “Pariamo di montagna assassina, poi sulla stessa pietra che un anno prima, dopo una frana, ha provocato una vittima ci piazzano un campo base”, il commento.

“Sono allibito, possibile che non si vedano i blocchi di graniti, la frana?” ha aggiunto Marlier, sentito da Enrico Martinet, che spiega: “In quella frana purtroppo morì un alpinista che era nella tenda” ed aggiunge: “Pare che proprio non ci si renda conto del pericolo. Non è possibile scegliere un luogo glaciale su cui sono rotolati dei massi in corrispondenza di un canale per piazzare le proprie tende. Se lo si fa significa che la lettura del pericolo non è avvenuta e con essa quella del territorio. Come se quei massi di granito fossero emersi dal ghiacciaio e non rotolati sulla superficie lasciando, tra l’altro, evidenti tracce della loro caduta”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *