• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

È tornato Mauro Corona!

Ci volevano quattro ragazzotti stupidi, violenti e in preda all’alcol per farci tornare a casa il Mauro Corona vero, come fosse Lessi, il bel collie leggendario.

Ai benpensanti e buonisti, oltre che giornalisti televisivi e non, che in queste ore lo hanno messo in croce per aver detto che se avesse preso i ragazzi che hanno fatto irruzione a casa sua, nel suo santuario, “li avrei ammazzati”, non pare vero. “Poi gli avrei anche pagato da bere”, se avessero avuto il coraggio di chiedere scusa.

“Politically corret”, a Erto, paese di Mauro, significa reagire all’ingiuria fisica o culturale, significa difendersi. Significa anche assumersi la responsabilità dei propri gesti e parole. Cosa che Mauro fa. L’ha sempre fatto, anche quando qualche intemperanza alcolica l’ha messa in atto lui.

Trovare Mauro in televisione d’accordo con l’on. Brunetta pare strano, eppure il suo pensiero è questo, è sempre stato questo. I benpensanti l’hanno in questi anni interpretato a loro piacimento e convenienza cercando di blandire lo scrittore di successo con bocconi sempre più succulenti, dai quali Mauro, che tiene famiglia e conosce le povertà della montagna, come una buona lice o una dolce salamandra si è fatto con piacere tentare e con furbizia nutrire. Mutando di volta in volta pelliccia e colore. Ma un vecchio proverbio che Corona conosce dice che “la volpe cambia il pelo ma non il vizio”. Se entri a casa sua per rubare, son c….i, direbbe Crozza.

 

Foto in alto @ Olycom

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. I dettagli sono importanti: il vetro rotto era del suo studio… ma lo studio e’ anche casa? O semplice pertinenza?
    La statua di bronzo e’ stata spostata dal portico antistante…e’ di sua proprieta’ esclusiva, accatastato, o in comodato o semplice uso per consuetudine locale?Serve per capire se si tratta di puro vandalismo o qualche sfogo territoriale.In montagna, si sa , i confini sono importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *