• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Valanga sullo Sperone Degli Abruzzi al K2 spazza via il Campo 3

Prima di tutto: nessuno si è fatto male. 

Questa mattina l’alpinista americana Vanessa O’Brien ha detto che c’era molta neve sul K2 e ha informato l’operatore della sua spedizione: Minga Gyalje Sherpa che ha raccontato: “Questa mattina abbiamo visto una grande valanga scendere dallo Sperone degli Abruzzi. Riteniamo che il campo 3 sia stato spazzato via, ancora. Sono sicuro che tutto il nostro deposito presso il campo 4 sia salvo perché il nostro team di sherpa lo ha ancorato su un salto di ghiaccio ma sono sicuro che tutte le corde fisse sono state spazzate via”. 

Ogni mattina il tempo sul K2 è chiaro e si rannuvola alla sera. Le previsioni danno neve tutte le sere a 8000 metri e vento molto forte nei pressi della vetta, questi due fattori rallentano i piani per raggiungere la cima. 

La grande valanga che ha spazzato il campo tre sullo Sperone degli Abruzzi è caduta nello stesso luogo dove nel 2013 morirono la guida Marty Schmidt e suo figlio Denali mentre stavano dormendo nella tenda a campo 3. L’anno scorso, nel 2016, ancora. Una valanga simile aveva fermato tutti i tentativi di salita al k2, da tutte le vie.

Queste valanghe sono abbastanza comuni sul K2 ed è uno tra i primi motivi per cui pochi raggiungono la cima. Gli alpinisti lavorano duro per piazzare i campi e in un battito di ciglia vengono spazzati via tende, corde fisse, bombole e cibo. 

M. G. Sherpa ha concluso: “Vedremo cosa succede quando gli Sherpa andranno sul luogo domani”.

 

Foto in alto: il K2 e lo Sperone degli Abruzzi @alarnette.com

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *