• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Primo Piano

Pale di San Martino, 23enne muore precitando dal Campanil di Castrozza

È stato recuperato ieri all’alba il corpo di Filippo Di Francesco, 23 anni, precipitato nella zona delle Pale di San Martino, sulle Dolomiti. L’allarme era stato dato qualche ora prima dalla fidanzata, in pensiero per non averlo visto rientrare.

I soccorritori hanno ritrovato l’auto del ragazzo in zona Maso Col, a San Martino di Castrozza. La ricerca è avvenuta perlustrando le montagne circostanti con un elicottero, il corpo è stato individuato in un canalone nei pressi del Campanil di Castrozza, a Cima Val di Roda.

All’arrivo sul posto, gli uomini del soccorso alpino non hanno potuto fare nulla se non constatare che per il ragazzo non c’era più nulla da fare; probabilmente il 23enne è morto sul colpo dopo essere caduto mentre stava arrampicando. Forse la perdita di un appiglio la causa del volo di diversi metri. Presumibilmente stava tentato di fare la traversa dei Campanili in Val di Roda.

Il ragazzo era di Teramo, ma si trovata in Trentino per studiare all’ Università degli Studi di Trento e stava svolgendo uno stage presso l’APT di San Martino di Castrozza. Era un grande amante della montagna ed appassionato di arrampicata.

La procura ha aperto un fascicolo di inchiesta per indagare le cause della morte, in particolare se il 23enne ha accusato un malore.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *