• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Turismo

“Trentino ad occhi chiusi”, un progetto per far vivere diverse esperienze sensoriali ai non vedenti

TRENTO — Un progetto pensato per far vivere il territorio trentino a turisti e persone non vedenti e ai loro accompagnatori, attraverso programmi, guide e strumenti specifici: è “Trentino ad Occhi Chiusi”, supportato dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti. Un modo di declinare il concetto di accessibilità, inteso come pari opportunità nell’accesso e nella fruizione del patrimonio naturale e culturale, materiale e immateriale, dove le barriere da abbattere non sono più esclusivamente architettoniche, ma innanzitutto percettive e sensoriali.

Tra giugno e settembre, durante il weekend, malghe, rifugi, agriturismi e aziende agricole, saranno il teatro di questa immersione sensoriale. In particolare saranno creati momenti di partecipazione congiunta tra i non vedenti e i loro accompagnatori. Le attività saranno diverse: saranno rivolte a differenti fasce d’età, indoor e outdoor per sentire echi, suoni e profumi della natura, ma anche silenzi, racconti e opere dell’uomo. Saranno coinvolte tutte le principali valli del Trentino, e gli itinerari non convenzionali si potranno percorrere in sicurezza, senza ostacoli né difficoltà, in modo lento, per permettere ai partecipanti i giusti tempi di recupero.

Ecco alcune proposte:
L’APT Alpe Cimbra propone nei weekend 23-25 giugno/ 14-16 luglio/ 1-3 settembre “Un alpeggio per tutti i sensi”, per scoprire il fascino del mondo delle malghe. Il sabato si inizia con una visita ad una fattoria per accarezzare conigli, allattare vitellini e un emozionante giro in trattore; in alternativa si può scoprire la dolcezza trasmessa da un asinello da conoscere attraverso il tatto e quindi accudire per poi montargli in groppa. La domenica al Giardino Botanico di Passo Coe, invece, si possono conoscere i segreti delle erbe e delle piante alpine officinali, oppure calarsi nei panni dei pastori per un giorno e trascorrere un pomeriggio nei boschi in compagnia delle caprette nane. A partire da 270 euro per 2 adulti e un bambino sotto gli 8 anni.

L’Apt Terme di Comano Dolomiti di Brenta propone un weekend di esperienze sensoriali a San Lorenzo in Banale, uno dei “Borghi più belli d’Italia” ai piedi delle Dolomiti di Brenta, dal 14 al 16 luglio e dall’1 al 3 settembre. Lungo il “Sentiero dei piccoli camminatori” nella zona di Nembia si toccano le opere realizzate con materiali naturali collocate lungo il sentiero; visitando invece Bosco Arte Stenico si possono abbracciare gli alberi del bosco e toccare i materiali con cui sono state realizzate le opere. Durante la visita alla Fattoria Didattica Athabaska si potranno conoscere ed accarezzare numerosi animali, inclusi cani Husky, lama e alpaca per poi partire per un breve trekking con i lama e gli asinelli. Proposte a partire da euro 37,00 a notte a persona.

Due le proposte weekend in Valle di Cembra. La prima “Il profumo del vino e dei nettari di frutta”, dal 30 giugno al 2 luglio a partire da 143 euro in hotel, include visite guidate ad una cantina, laboratorio tatto/olfatto dedicato alle erbe officinali, percorso sensoriale “a piedi nudi nel bosco”. L’altra proposta “Il profumo della montagna”, dal 25 al 27 agosto a partire da 149 euro in hotel include una visita guidata in fattoria didattica per conoscere capre e mucche e l’esperienza del dragonboat sul Lago di Pinè.

In Val di Gresta dal 17 settembre al 1 ottobre si possono compiere passeggiate bio&relax alla scoperta di forme, profumi e sensazioni tattili trasmesse dai diversi ortaggi, attività con gli animali e la domenica in compagnia degli asinelli alla scoperta della natura. A partire da euro 176 (adulti), bambini sotto 10 anni a partire da 77 euro.

Nel Parco Naturale di Paneveggio Pale di San Martino dal 23 al 25 giugno e dall’8 al 10 settembre attività nella fattoria didattica Broch a contatto con gli animali; quindi il giorno dopo da Villa Welsperg si percorre un magico percorso costellato di piccole prove da superare per poi raggiungere con gli asinelli l’agritur Dalaip dei Pape. La domenica, infine, si percorre il Sentiero Marciò nella foresta dei violini di Paneveggio.

Due le proposte anche in Val di Sole. Dal 16-18 giugno e dal 15 al 17 settembre presso la sede della Fondazione San Vigilio a Ossana. Si tratta di un edificio adatto ad ospitare persone non vedenti e ipovedenti, senza barriere e con sistemi di lettura in braille che permettono agli ospiti di vivere gli spazi sia interni che esterni in piena autonomia e libertà. Le attività riguardano degustazioni olfattive degli aromi di montagna, laboratori di cucina, escursioni lungo il percorso ad occhi chiusi nel “Sentiero dei Sensi” per conoscere il bosco e ascoltare i suoni della natura e visita guidata al “Bosco Derniga” annusando il profumo dei fiori e ascoltando i suoni del legno. Prezzi a partire da euro 135.

Quattro le proposte dalla Valle del Chiese nei week end dell’estate (7-9, 28-30 luglio; 1-3 e 22-24 settembre). In particolare con la prima proposta (7-9 luglio) al sabato si percorre il sentiero naturalistico “Animali del bosco”, un laboratorio artistico-creativo-sensoriale realizzato con materiali naturali come pigne, piume, muschio. Il giorno dopo si cammina verso Malga Nudole, lungo il percorso “Il senso dell’Acqua”, per scoprire sensazioni autentiche toccando tronchi, rocce, licheni.

In Valle di Ledro le attività sono rivolte ai ragazzi non vedenti o ipovedenti nei weekend 7-9, 14-16, 21-23 o 28-30 luglio. Si svolgono presso il Museo delle Palafitte, lungo il percorso artistico del Bosc del Meneghì con tappa sensoriale nel giardino delle erbe. Prezzi a partire da euro 57 a persona.

Malga Cavallara a Passo Brocon in Tesino ospita invece dal 23 al 25 giugno la proposta “Le mille storie del bosco” con laboratorio manuale e sensoriale e possibilità di degustare e portarsi a casa dei piccoli “ricordi” del laboratorio, passeggiate sensoriali botaniche attorno al passo.

Il Consorzio Turistico Piana Rotaliana propone nei periodi 30 giugno – 2 luglio e 4-6 agosto queste attività: “Dentro una bottiglia di Rotari” il sabato mattina alle Cantine Rotari di Mezzacorona viene proposto un percorso con interazioni olfattive/gustative/uditive e tattili per spiegare a bambini e adulti come si produce una bottiglia di spumante Rotari Trentodoc. “Sulla terra con i sensi” , la domenica mattina il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di San Michele all’Adige propone ai ragazzi una visita alle sale dedicate all’agricoltura in forma di gioco mettendo alla prova i sensi dell’olfatto, del tatto e dell’udito, per scoprire odori, forme e rumori delle colture tradizionali trentine. Al termine i partecipanti realizzano un piccolo mosaico con diversi tipi di legumi e cereali, creato sulla base di un disegno delimitato in rilievo. Prezzi a partire da euro 60 a notte in agritur o B&B.

L’Altopiano della Vigolana propone quattro fine settimana – ultimi due di giugno e primi due di settembre – con attività di pet therapy in quota, e passeggiate tematiche toccando le tabelle dei sensi dedicate al bosco, all’acqua, alle rocce.

Due gli appuntamenti in Val di Non, dal 14 al 16 luglio e dal 22 al 24 settembre che propongono passeggiate con i pony attorno a Cavareno, visite sensoriali ad una stalla e l’incontro con gli animali a Malga Coredo. La seconda proposta coincide con il periodo della raccolta delle mele e si completa con le attività di raccolta delle piante aromatiche.

Sull’Altopiano di Brentonico “Monte Baldo ad occhi chiusi” è un weekend per non vedenti e ipovedenti dal 7 al 9 luglio dove attraverso il tatto si impara a conoscere gli strumenti utilizzati nella trasformazione del latte in formaggio. Quindi si visita una malga dove si impara a mungere la mucca. Il secondo giorno a Palazzo Eccheli Baisi a Brentonico si percorre il sentiero multisensoriale dedicato alle bellezze del Parco del Baldo e poi si resta in compagnia dei pony da coccolare e accarezzare. A partire da euro 95.

Sull’Altopiano della Paganella invece ecco le proposte dell’Alp&Wellness Sport Hotel di Fai della Paganella nei weekend 8-11, 15-18 e 22-25 giugno con attività per i non vedenti: il percorso trekking nel parco del resort, un percorso Kneipp a piedi nudi sui diversi terreni e le diverse temperature che la natura offre. C’è poi la visita ad un’apicoltura a Castel Belfort con laboratorio sulla lavorazione della cera e degustazione guidata di mieli. A partire da euro 240 a persona.

La proposta del Garda Trentino dal 29 settembre al 1 ottobre e dal 17 al 19 novembre a partire da euro 185 prevede attività di climbing con guida su una parete rocciosa attrezzata con mappa tattile, che permette anche ai non vedenti di apprezzare lo sviluppo dei 6 itinerari di arrampicata. Inoltre il “Garda Trentino Senses Walking”, una passeggiata sensoriale nella zona del Colodri di Arco con esperto naturalista e accompagnatore di media montagna, con una tecnica molto particolare di ascolto della natura che va a stimolare i sensi dell’udito, del tatto e dell’olfatto.

La Val di Fiemme lancia il programma “Valle Viva” in collaborazione con i volontari / istruttori dell’Associazione Sport Abili: prevede diverse attività, principalmente escursioni lungo i sentieri accessibili della valle, ma anche discese di rafting sul fiume Avisio, arrampicata sportiva, pedalate in Handbike sulla ciclabile. Prezzi a partire da euro 291 per soggiorni di due notti in hotel.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *