• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente

Italiani sul Baltoro: foto e studio ghiacciai

immagine

ISLAMABAD, Pakistan — Fotografare lo scioglimento dei ghiacciaio nel cuore del Karakorum, luogo storico dell’alpinismo e dell’esplorazione italiana. Questo l’obiettivo della spedizione italiana partita nei giorni scorsi alla volta del Pakistan, composta dal noto glaciologo Claudio Smiraglia e dal fotografo Fabiano Ventura.

“Sulle Tracce dei Ghiacciai” è un progetto fotografico-scientifico che ha in programma spedizioni sui maggiori ghiacciai della Terra. La prima meta è il Ghiacciaio del Baltoro, dove il team vuole ripercorrere le stesse tappe della spedizione del Duca degli Abruzzi nel 1909, fotografando dopo cent’anni gli stessi punti immortalati da Vittorio Sella. 

Ventura, ideatore del progetto e capo spedizione, si occuperà personalmente delle immagini avvalendosi delle più moderne tecnologie digitali unite a tecniche di ripresa tradizionali su grande formato. Accanto a lui, una troupe cinematografica che realizzerà un documentario.

Ma lo scopo della spedizione non è prettamente estetico. Anzi. L’indagine fotografica sarà la base di ricerche e analisi glaciologiche finalizzate alla comprensione dei cambiamenti climatici. Ecco spiegata la collaborazione di Smiraglia, il più noto glaciologo italiano che attualmente è docente presso l’Università di Milano e collaboratore del Comitato EvK2Cnr, che patrocina la spedizione sul Baltoro. Sul campo, agirà poi Pino D’Aquila, geologo e alpinista specializzato in geomorfologia e rilevamento territoriale Gis, che sarà presente sul Baltoro per l’effettuazione diretta delle analisi e la raccolta dei dati.

“Al progetto partecipa anche Kenneth Hewitt, ricercatore e fondatore del Cold Regions Research Centre della Wilfrid Laurier University a Waterloo (Ontario, Canada) – si legge sul sito della spedizione – che seguirà il team tramite la connessione satellitare fornendo indicazioni utili alla pianificazione e alla scelta delle osservazioni sul campo, grazie alla sua notevole esperienza acquisita proprio nelle regioni che saranno visitate durante la spedizione”.

 


 

 

Foto courtesy Macromicro.it e Sulletraccedeighiacciai.it

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.