• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Natura, Primo Piano

Lupo ucciso, scuoiato e appeso a un cartello stradale nel livornese

Un lupo è stato trovato ucciso, scuoiato ed appeso dalle zampe ad un cartello stradale nel livornese. A darne notizia il Sindaco di Suvereto con un post su Facebook, nella pagina del Comune, pubblicando una foto “per decenza tagliata” e commentando “Un gesto infame è accaduto nel nostro territorio”. Si vedono solo le zampe e la scritta “No agli abbattimenti, sì alla prevenzione”.

“Il lupo è stato trovato da alcuni lavoratori di passaggio – ha spiegato il sindaco a Repubblica – abbiamo subito tolto la carcassa prima del passaggio dello scuolabus. “Li ho incontrati tutti – dice il sindaco riferendosi agli allevatori e i pastori della zona, i primi indiziati – Ma anche loro sono sorpresi, indignati e impauriti dal gesto. Qui a Suvereto l’emergenza lupi non è così sentita. L’ultimo attacco si è avuto quattro anni fa e da allora non c’è stata nessuna polemica”.

Le indagini però proseguono con il lupo e il cartello sequestrati dai carabinieri forestali.

Nel frattempo sono intervenute le associazioni ambientaliste. “Questo lupo barbaramente ucciso in Toscana è solo l’ultimo di una lunga serie dall’inizio dell’anno – denuncia il WWF che ha annunciato che presenterà un esposto alla Procura – con un episodio simile accaduto in provincia di Grosseto a gennaio ed altri 7 casi di bracconaggio accertati in Liguria e nelle Marche a cui bisogna aggiungere le decine di lupi investiti negli ultimi mesi dalle auto. Sull’accaduto anche Legambiente: “un gesto barbaro e vigliacco che condanniamo. Così non si aiutano gli allevatori ma si peggiora la situazione”. La Lipu, Lega per la protezione degli uccelli, parla di “orrore inaccettabile” e annuncia di avere dato mandato ai propri legali per seguire il caso e presentarsi parte civile in un eventuale processo.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. gli animali selvatici dovrebbero lasciare l’ignoranza italia. meritiamo solo campi e boschi contaminati!
    personalmente attaccherei sotto lo stesso cartello i loro figli, felicemente scuoiati naturalmente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *