• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Piccozze, premiato il design italiano

immagine

FRIEDRISCHAFEN, Germania — Il design italiano è il migliore del mondo, anche nell’alpinismo. Lo ha confermato pochi giorni fa la giuria di esperti che assegna gli Outdoor Industry Awards alla fiera di Friedrischafen, punto riferimento del settore a livello mondiale: a vincere il primo premio, quest’anno, è stata la piccozza "Futura" della storica azienda Grivel di Courmayeur.

La fiera si è svolta in Germania dal 16 al 19 luglio. In questa occasione sono stati assegnati i premi dell’International Forum Design, prestigiosa etichetta internazionale di design, che dal 1953 contraddistingue prodotti innovativi e di qualità oltre la media. In concorso, tra diverse categorie, c’erano 289 prodotti, che la If ha esaminato sotto diversi aspetti: funzionalità, comfort, innovazione ed l’estetica. Tutti, sul mercato da meno di tre anni.

La piccozza della Grivel è stata eletta come la migliore della categoria attrezzature per alpinismo, "per la sua capacità di unire materiali diversi, lega leggera, acciaio, plastica, ognuno utilizzato per le sue caratteristiche nel punto giusto del prodotto; per la capacità di trovare soluzioni nuove ed infine per l’originale capacità di risolvere le diverse esigenze dell’attrezzo piccozza quali l’ergonomia dell’impugnatura, l’isolamento dal freddo e il peso contenuto".

Un premio, questo, che arriva per la seconda volta a Courmayeur: già l’anno scorso Grivel aveva vinto il Silver Award con la pala da neve “Steel Blade”: ha una lama d’acciaio che tagli la neve ghiacciata, pesa poco più di 4 etti, non richiede alcun tipo di assemblaggio ed è allungabile con la piccozza. Degno di nota anche il colore, giallo brillante, che rende la pala facile da trovare in caso di smarrimento.

"Siamo contenti – hanno commentato alla Grivel – perchè i nostri contenuti sono stati capiti. Consideriamo la parte design molto importante per le vendite mondiali. E’ una grande soddisfazione vincere per la seconda volta il premio, speriamo anche per il futuro di continuare sul nostro cammino di innovazione continua. Consideriamo questo il modo giusto per superare la crisi mondiale. Siamo orgogliosi che questo  arrivi da una piccola azienda valdostana".
 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *