• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

E' femminile la prima salita del Karim Sar

immagine

ISLAMABAD, Pakistan — Ce l’ha fatta, Pat Deavoll, a vincere il Karim Sar. La celebre alpinista neozelandese, protagonista di molte vie nuove, alcune solo femminili, su pareti di tutto il mondo, ha firmato pochi giorni fa la prima salita della montagna di 6.180 metri che sorge nel gruppo del Batura. Arrivando in vetta da sola.

La Deavoll è arrivata in vetta lo scorso 21 giugno, ma la notizia è arrivata alla stampa solo pochi giorni fa, dopo il suo rientro in Nuova Zelanda. Secondo quanto riferito da Explorersweb, l’alpinista ha aperto una via di 2.600 metri sulla parete sud della montagna.

Con lei c’era l’alpinista Paul Hersey, che però si è fermato nel campo installato a 5.100 metri, lasciandola salire da sola gli ultimi mille metri di via. La Deavoll è arrivata in vetta dopo 12 ore di salita.

La prima salita del Karim Sar, che si affaccia sul ghiacciaio Shilinbar, era stata tentata nel 2007 da tre italiani: Ivo Ferrari, Fabio Valseschini e Yuri Parimbelli. Ma senza successo.

La Deavoll, in patria, è una vera leggenda. Ha iniziato ad arrampicare nel 1976, e da allora ha sempre inseguito l’esplorazione, aprendo vie nuove sia sulle Alpi neozelandesi che in Himalaya, Karakorum, Alaska e diverse altre montagne. Tra le altre, sono sue la prima salita dello Xiashe, e dello Haizi Shan: due seimila del Tibet, saliti rispettivamente con Karen McNeill e Malcolm Bass. Un paio d’anni fa ha compiuto anche la prima salita del Miandi Peak, 6400 metri, in India, con Bruce Norman.

Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *