• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente

Ecomont, la rivista delle aree protette

immagine

INNSBRUCK, Austria — Montagna, scienza e tutela ambientale. E’ appena nata, in Austria, la rivista scientifica "Eco.mont – Journal of protected mountain areas research", dedicata alla ricerca e alla gestione delle aree protette delle Alpi, ma anche delle altre montagne europee e di altri continenti. Il primo numero è stato pubblicato a giugno 2009.

inserisci il corpo della newsLa rivista, che uscirà due volte l’anno in lingua inglese, è promossa dalla rete delle aree protette alpine (Alparc), dal comitato scientifico internazionale ricerca alpina (Iscar), dall’Accademia delle scienze austriaca e dell’Università di Innsbruck. I responsabili sono Axel Borsdorf, docente di geografia all’università di Innsbruck e e Günter Köck, responsabile della ricerca presso l’Accademia delle scienze austriaca.

Ogni sei mesi, Eco.mont proporrà diversi contributi: al centro dell’attenzione le aree protette di montagna, prevalentemente sulle Alpi, ma anche in altri luoghi del pianeta. Nel primo numero, fresco di stampa, c’è per esempio un articolo sulla protezione delle foreste tropicali. Ma non solo. Ci saranno articoli a tema ambientale, sul monitoraggio delle acque alpine nei parchi svizzeri, una ricerca limnologia sui aghi di montagna del Madagascar, o quello sulla riserva della biosfera del Wienerwald, in Austria.

Nel primo numero anche articoli più "gestionali" come quello sui metodi di finanziamento dei programmi per la conservazione delle specie nei Parchi nazionali, quello sulla gestione delle aree protette con diversi stakeholder o quello dedicato alla formazione dei tecnici che possono diventare manager multifunzionali al servizio delle aree protette.

Il prossimo numero uscirà a dicembre 2009 e quello successivo a giugno 2010. Se volete contribuire, i temi suggeriti dagli editori sono l’ecologia alpina, l’impatto dei cambiamenti climatici sulle montagne, i cambiamenti culturali, il monitoraggio dei visitatori, la partecipazione delle popolazioni locali, l’implementazione di programmi per la ricerca su flora e fauna montana. Verranno accettati solo scritti inediti che comunque dovranno passare la selezione di un board di esperti.

Sara Sottocornola

Foto courtesy of http://www.oeaw.ac.at/ecomont/

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *