• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cultura

Nepal, nuova scuola sulle montagne

immagine

KATHMANDU, Nepal — Una scuola nuova di zecca per i bimbi del villaggio di Bhalaya Danda, situato a 1200 metri di quota nel distretto di Rasuwa, Nepal. Questo il progetto dell’associazione "Sundari Baini", che in nepalese significa "bambino bellissimo", fondata un paio d’anni fa da un gruppo di zoologi ed escursionisti italiani per promuovere la scolarizzazione nei villaggi poveri di montagna dell’Himalaya.

La scuola di Bhalaya danda esisteva già, ma era ospitata da un edificio molto piccolo e fatiscente che non era in grado di garantire le lezioni per tutti e 10 i cicli scolastici previsti dalla scuola nepalese. Quasi tutti i bambini abbandonano gli studi dopo l’ottava classe, perchè il villaggio più vicino dove poter seguire la nona classe dista infatti diverse ore di cammino per raggiungerlo e per tornare a casa.

Il progetto Sundari Baini, che prevedeva la costruzione di un edificio con sei nuove e distinte classi, è partito nel 2007. Il pianterreno della nuova scuola è stato completato nel dicembre 2008 e il piano superiore nei primi mesi del 2009. Oggi la scuola ha anche l’elettricità e una delle tre aule dell’edificio è stata destinata a laboratorio per l’uso dei 5 computer donati da un’associazione locale. Altre buone notizie arrivano dal governo nepalese ha deciso di finanziare la costruzione di un altro edificio scolastico nel sito che possa dare due aule aggiuntive.

"Attualmente 5 classi sono attive nel nuovo sito in costruzione e 5 nel vecchio edificio scolastico – raccontano i responsabili di Sundari Baini -. Gli abitanti del villaggio sono contenti dell’evoluzione della scuola e gli insegnanti ci hanno chiesto di intervenire direttamente nell’organizzazione di alcuni temi scolastici. Ma il progetto è comunque lungo e complicato perchè non si sa mai se il giorno dopo si avrà il permesso o il denaro per far continuare i lavori".

Il progetto è supportato dal Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Milano e patrocinato dal Comitato EvK2Cnr, che ha messo a disposizione dell’associazione la sua esperienza logistica in Nepal e il personale di Kathmandu. Il gruppo italiano lavora appoggiandosi alla Ngo locale Langtang Foundation Uttergaya Society.

Ecco il cortometraggio realizzato quest’anno dai soci della Sundari Baini, grazie alle riprese fatte dagli amici nepalesi durante lo studio del progetto nelle missioni effettuate negli anni scorsi.


 

Sara Sottocornola

Info e donazioni: http://www.sundaribaini.org/index.htm

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.