• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca

Alpinista bergamasco muore sul Nadelhorn

immagine

SAAS FEE, Svizzera — Ferruccio Carrara è morto sabato scorso sul monte Nadelhorn, nel massiccio del Mischabel, nella Svizzera vallese. Residente a Nebro, istruttore di alpinismo e scialpinismo del Cai, era un nome noto nell’ambiente bergamasco dell’alta quota. A costargli la vita una banale scivolata mentre scendeva con altri 8 amici dal rifugio Mischabelhütte.

Carrara era partito da Nembro nel weekend con altri 8 amici, tutti bergamaschi. Il gruppo era diretto sulle Alpi svizzere del Vallese per scalare due montagne di oltre 4mila metri: la parete Nord del Lenzspitze per prima e poi la traversata fino al Nadelhorn.
 
Nessun problema durante le scalate. Il gruppo aveva già anche fatto ritorno al rifugio Mischabelhütte, posto a 3.329 metri di quota. Poi dopo il pranzo intorno alle 14, avevo ripreso il cammino verso il paese di Saas Fee, e proprio durante la discesa si è verificata la tragedia.
 
Stavano percorrendo un sentiero tra le rocce, quando l’alpinista bergamasco è semplicemente inciampato. E’ caduto senza riuscire a fermarsi finchè non è finito su alcune rocce per poi precipitare nel vuoto, per oltre 300 metri. Gli amici non sono riusciti a raggiungerlo. Uno di loro ha potuto avvinarsi un po’ di più rispetto agli altri, ma giusto il necessario per scorgerlo da lontano.
 
Hanno chiamato i soccorsi. L’elicottero della Rega è arrivato sul posto e ha recuperato col verricello il suo corpo ormai esanime. Poi l’ha trasportato ella camera mortuaria di Briga Glis.
 
Ferruccio Carrara, 47 anni di Nembro, viveva in Val Seriana ed era istruttore nazionale di alpinismo del Cai, insegnante di sci e colonna portante della scuola di alpinismo Sandro Fassi di Nembro. Un curriculum da alpinista esperto, era stato vice capospedizione al Nunda Devi, nel settembre 2005, dove perse la vita Marco Dalla Longa, anche lui nembrese.
 
 
Valentina d’Angella
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *