• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Michele Caminati racconta il suo incidente

Fonte: Michele Caminati

Come avevamo scritto, il climber Michele Caminati è precipitato mentre stava salendo The Elder Statesman a Curbar Edge nel “Peak District” a causa della rottura della corda.

A qualche giorno dall’incidente, Michele racconta quello che è successo: “Dopo l’accaduto Michele ha dichiarato: Ho visto tutto in diretta, mi ricordo bene l’incidente, ero ben cosciente… Sono volato lanciando e mi ero preparato a sbattere contro il muro, ma poi la corda si è spezzata e sono caduto addosso alla mia assicuratrice, e poi a terra, probabilmente prima con il polso. Fortunatamente tutto bene, ho fratture multiple scomposte al polso, ma l’operazione è andata bene e i tendini non sono stati comunque toccati… Il tallone é rotto in più punti, ma sono fratture composte e hanno detto che non c’è bisogno di operare… Insomma, ci vorranno quattro/sei mesi ma spero di tornare come prima… dai!”

The Elder Statesman è una una linea di grado “HXS 7a” liberata nel 2004 da Steve McClure, che dopo un primo tratto, che richiede movimenti complicati ma abbastanza protetti, si sviluppa superando un grande spigolo e proseguendo senza protezioni fino alla fine della falesia.

A Peak District se per le vie più semplici vi sono molti nuts e friends che le proteggono, ai gradi più elevati i tracciati si sviluppano su spigoli e placche lisce e le protezioni si riducono di gran lunga, ecco perché vie E7, E8 e E9 vengono corteggiate per mesi.

Nei sui ripetuti viaggi su queste rocce Michele si è spesso spinto anche oltre quanto facciano i locals: nel suo curriculum sulla gritstone spiccano vie come Braille Trail, Kaluza Klein, Master’s Edge, End of the Affair, The New Statesman, The Angel’s Share,  Superstition e Simba’s Prid.

Di seguito vi riproviamo l’impressionante clip dell’incidente.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.