• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Attualità, Top News

Il governo nepalese agli alpinisti: uno sforzo comune per ripulire il tetto del mondo

Fonte: ibtimes

Da quando l’Everest e l’Himalaya sono diventate una metà turistica il problema dei rifiuti è diventato sempre più rilevante. Il Campo Due dell’Everest in particolar modo è cosparso anche di ciò che resta dei materiali che erano presenti nel 2015 quando la valanga innescata dal terremoto uccise 17 persone e determinò la chiusura della stagione alpinistica. 

Per questo motivo quest’anno, con l’apertura della stagione, il governo Nepalese ha proposto a tutti coloro che tenteranno di raggiungere la cima più alta del mondo di raccogliere la spazzatura. Per tale scopo Dambar Parajuli, dell’Expedition Operators Association, ha comunicato che 10 sacchi di tela, capaci di contenere 80 kg di rifiuti ciascuno, sono stati già portati al secondo campo, a 6400 metri. Il compito degli alpinisti che scaleranno dalla base fino alle quote più elevate l’Everest sarà quello di raccogliere ciò che riusciranno lungo il sentiero e portarlo fino al Campo Due. Da qui saranno gli elicotteri, che trasportano durante la stagione le corde e le altre attrezzature, a prendere l’immondizia per portala fino a valle. Durga Dutta Dhakal, del Dipartimento del Turismo, ha spiegato all’agenzia Reuters che “in questo modo speriamo di portare a valle i rifiuti senza nessun ulteriore costo, utilizzando gli elicotteri che tornerebbero comunque vuoti dopo aver depositato i materiali per le ascensioni”. Inoltre utilizzare gli elicotteri permette agli sherpa di non affrontare l’IceFall con i sacchi della spazzatura. 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.