• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Sport

Arrampicata: Usobiaga vince la Cdm

immagine

 XINING, Cina — Patxi Usobiaga batte Adam Ondra all’ultimo secondo. E diventa campione del mondo. Dopo tre argenti di fila, questa volta il climber basco è riuscito ad agguantare la Coppa del mondo di arrampicata difficoltà, dopo una delle finali più emozionanti della storia di questo sport.

Usobiaga è stato incoronato questo weekend in Cina, dove tra il 30 giugno e il 5 luglio si è svolta la Coppa del mondo di arrampicata organizzata dalla Chinese Mountaineering Association con il supporto del Qinghai Sports Bureau.

Partito in sordina, il climber basco ha piano piano guadagnato posizioni fino a concludere con una salita spettacolare durante la finale: ha toccato il top dopo una serie di movimenti equilibrati e perfetti, senza il minimo errore. Dopo di lui, però, toccava al ceco Adam Ondra, solo 16 anni, considerato da tutti il giovane prodigio dell’arrampicata.

Ondra è salito in modo incredibilmente veloce fino alla cima, tenendo con il fiato letteralmente sospeso i 5000 spettatori che assistevano alla gara e ormai si aspettavano una sua vittoria. Ma sull’ultima presa è scilvolato, con un boato della folla. E ha così regalato a Usobiaga la sua prima vittoria in Coppa del Mondo. Usobiaga, originario della cittadina basca di Eibar, ha 29 anni e un curriculum che arriva al 9a+ lavorato e all’8c+ a vista. Ha vinto già due campionati del mondo e diversi titoli spagnoli.

“Quando ho vinto il primo campionato del mondo – ha detto Usobiaga a Desnivel – mi sono messo in testa di mettere, nella mia bacheca, almeno una medaglia di ogni competizione internazionale. La coppa del mondo si è fatta aspettare, per tre volte mi sono classificato secondo, ma è arrivata. Sono arrivato in cima, mi sento felice, sono stato ricompensato del duro lavoro fatto per ottenere questo obiettivo".

La medaglia di bronzo, nel settore difficoltà, è andata all’austriaco David Lama. Il primo dei tre italiani in gara è stato Flavio Crespi, 21esimo. Seguono Gabriele Moroni, 40esimo, e Lucas Preti, 74esimo. Nel settore femminile, la coppa difficoltà è stata vinta dall’austriaca Johanna Ernst che ha battuto la coreana Jain Kim e la fuoriclasse slovena Maja Vidmar.

Nella competizione di boulder, Yulia Abramchuk ha vinto dopo una finale difficile, in cui ha chiuso solo 2 blocchi su 4. Dietro di lei, l’ucraina Olga Shalagina e l’austriaca Anna Stöhr. Tra gli uomini, la supremazia è russa: la coppa del mondo di specialità va ad Alexey Rubstov e l’argento a Rustam Gelmanov. Terzo l’inglese David Barrans.

Per finire, la coppa del mondo velocità: una delle gare più spettacolari con 4 atleti che salgono contemporaneamente pareti artificiali di 15 metri. La coppa maschile è andata al cinese Qixin Zhong, seguito dal kazako Alexandr Nigmatulin e dal russo Ivan Novikov. La gara donne è stata vinta dalla climber cinese Cuilian He, che ha battuto ogni record con un tempo di 9 secondi e 4 centesimi. Seconda sua sorella Cuifang He, terza la connazionale Chunhua Li.

Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *